Rapporto su un caso: glioma diffuso della linea mediana, maschio, età 22 anni

  • Commenti dell'articolo:0 commenti
📄 4 mins.
Un'illustrazione del cervello che mostra un grande tumore situato nella regione della linea mediana, che indica un glioma diffuso della linea mediana. Il tumore è posizionato in modo prominente vicino ad aree critiche come il tronco cerebrale e il talamo.

Il glioma diffuso della linea mediana è un tipo di astrocitoma che tende a localizzarsi nel centro del cervello. Nella maggior parte dei casi, questi tumori si formano nel tronco encefalico. Questa è un’area importante che controlla la respirazione, la deglutizione e la frequenza cardiaca. Ma possono svilupparsi anche in altre parti centrali, come il talamo e il midollo spinale.

A causa del luogo in cui crescono, i medici potrebbero non essere in grado di operarli in sicurezza. I gliomi diffusi della linea mediana colpiscono solitamente i bambini, ma anche gli adulti possono contrarli.

I gliomi diffusi della linea mediana crescono estremamente velocemente. Sono tumori al cervello molto aggressivi e letali, in media entro 15-16 mesi dalla diagnosi. Tuttavia, non si diffondono ad altre parti del corpo.

Dalla disperazione alla speranza: combattere il cancro al cervello avanzato con il fenbendazolo

Dicembre 2021

Nel dicembre 2021, i medici hanno scoperto che avevo un glioma diffuso avanzato della linea mediana situato al centro del cervello. Era troppo rischioso per un intervento chirurgico, quindi ho seguito la chemioterapia e i trattamenti radioterapici standard. Ma la chemio mi ha fatto sentire così male che non sono riuscita a finirla.

Marzo 2022

Nel marzo 2022 l’equipe medica mi ha dato una brutta notizia. Dissero che i trattamenti regolari non funzionavano e stimarono che mi restassero da vivere tra le 6 settimane e i 6 mesi. Sentirlo è stato spaventoso e triste.

Giugno 2022

Dopo le dure notizie fornite dai medici, un amico ha menzionato un trattamento chiamato Fenbendazolo che potrebbe aiutare. Ho ricevuto le mie recenti immagini mediche del 22 giugno e le ho mostrate al mio team di assistenza.

Imparare di più sulla mia diagnosi e sulle alternative, anche se incerte, mi ha aiutato a sentire più controllo e ad alleviare in qualche modo la pressione di questa lotta per la salute. Sono determinato a continuare a esplorare l’approccio migliore per me durante questo periodo difficile.

Luglio 2022

Nel luglio 2022 ho iniziato la mia prima dose di Fenben insieme ad altri integratori naturali consigliati da persone che volevano sostenere la mia salute durante questo periodo.

All’inizio ho preso 222 milligrammi di Fenben due volte al giorno, livelli che ho aumentato lentamente fino a 444 milligrammi due volte al giorno. Per aiutare il mio fegato a processare i farmaci, ho anche preso un integratore quotidiano di disintossicazione del fegato. Inoltre, il mio medico mi ha prescritto esami del sangue standard, che finora hanno continuato a dare buoni risultati.

Settembre 2022

Nel settembre 2022 ho ricevuto risultati molto promettenti da un’altra risonanza magnetica. Queste scansioni hanno mostrato che la maggior parte del tumore era scomparsa!

Per ora continuo con una dose giornaliera di 444 milligrammi di Fenben, che prendo al mattino. Sto usando il prodotto di Fenben Labs (capsule da 222 milligrammi). Questa roba mi ha salvato la vita e non posso raccomandarla abbastanza come opzione alternativa per chiunque combatta il cancro.

Il viaggio di un uomo oltre i trattamenti standard contro il cancro

L’uomo ha generosamente condiviso la sua esperienza fornendo dettagli così approfonditi. Le lezioni chiave del suo caso sono simili ad altre che abbiamo condiviso altrove. In alcuni casi, la chemioterapia standard e le sole radiazioni sono scarsamente tollerate o inefficaci, portando alla decisione di cercare altrove. La chirurgia non è sempre un’opzione per la rimozione del tumore a causa della sua posizione.

Rompere le barriere: il fenbendazolo ha un impatto promettente sui tumori al cervello

L'immagine mostra il glioma della linea mediana. È il tipo di cancro nel cervello. L'immagine è per un caso clinico sull'uso del fenbendazolo per il glioma.

La ricerca mostra che questo trattamento può facilmente entrare nel cervello attraverso la barriera ematoencefalica. Ciò consente al Fenbendazolo di agire direttamente sul tumore.

Nella situazione dell’uomo, diversi fattori hanno indicato che il Fenbendazolo può fornire benefici. Con il suo tumore situato in profondità nel cervello e altri approcci che non funzionavano bene o addirittura non erano possibili, sperava che questo percorso alternativo potesse essere d’aiuto.

In circa tre o quattro mesi, ha notato una significativa diminuzione delle dimensioni del tumore mentre assumeva una dose di 444 milligrammi di Fenbendazolo al giorno. Non è chiaro quanto gli altri integratori che il maschio stava assumendo abbiano contribuito all’effetto, poiché altri casi simili che abbiamo studiato hanno avuto successo solo con il Fenbendazolo.

Riferimenti

This study analyzed how polymorphs of the drug mebendazole penetrate the brain and affect tumors in mice. Clin Cancer Res 1 August 2015; 21 (15): 3462–3470. https://doi.org/10.1158/1078-0432.CCR-14-2681

Andrea Emanuele et al. Guerini, “Testing whether the drug mebendazole, originally for parasites, could also be effective against cancers”.: An Extensive Review of Current Literature, Cancers, vol. 11, no.9 1284. 31 Aug. 2019, doi:10.3390/cancers11091284

Lascia un commento